Costruttori

Se costruisci ocarine, fischietti artistici o strumenti musicali etnici e vuoi partecipare al Budrio Ocarina Festival 2019 puoi iscriverti come costruttore/espositore! La partecipazione è gratuita, basta compilare integralmente il form dedicato entro lunedì 1 aprile 2019. È possibile, fatta salva la disponibilità del momento, avere un tavolo (220cm x 70cm) sul quale esporre i propri strumenti durante il mercatino. Gli espositori sono invitati a preparare un cartello con nome e origine geografica da mettere sul proprio tavolo.
If you create ocarinas, artistic whistles or ethnic music instruments and you want to participate at the Budrio Ocarina Festival 2019 you can be registered as a creator/ expositor! The participation is for free, you only need to fill thoroughly the given form until Monday 1st of April 2019. It is possible, depending on the availability of the moment, to have a table (220cm x 70cm) on which the instruments can be presented during the market. The creators are welcome to prepare a card with their name and geographical origin to put on their own table.


Benvenuto Fecchio – Italia


Benvenuto Fecchio porta avanti, insieme alla moglie e le figlie, una tradizione famigliare ormai centenaria di costruzione di ocarine e fischietti artistici iniziata dal padre Idelmo. Negli ultimi anni ha affiancato la costruzione di settimini che vengono suonati dai gruppi ocarinistici locali. Grazie all’intensa attività didattica per le scuole, la sua fattoria/museo “L’ocarina” è diventata una delle attrazioni del Parco del Delta del Po. www.ocarinadelpo.it


Maurizio Moretti – Italia


Sono un appassionato e felice costruttore di fischietti artistici e ocarine. Una trentennale esperienza professionale in qualità di ebanista e restauratore, oltre che un interesse significativo per la musica hanno favorito e agevolato negli ultimi sei anni una mia crescita progressiva nel modellaggio di fischietti in forma d’uccellino e altri piccoli animali stilizzati. Curo in modo meticoloso l’aspetto della sonorità a cui segue il prezioso intervento di decorazione e finitura di Anna mia moglie che da subito ha sostenuto questa mia/ nostra comune evoluzione, in una panoramica artistico-artigianale tutta da scoprire. Per quanto concerne la costruzione di ocarine di Budrio fin ora, e con risultati importanti apprezzati dai musicisti, ho approntato ocarine dalla DO 1 alla Do 5 con l’intento di giungere al completo settimino; sperimento l’uso di argille diverse, applicando anche la tecnica del Neriage. Il nostro obiettivo è diffondere la conoscenza dello strumento in questione promuovendo iniziative didattiche e musicali degne di nota.


Claudio Colombo – Italia


Le ocarine Clacol vengono prodotte da Claudio Colombo, con metodo artigianale in quantità limitate, nel suo laboratorio di ceramica a Cavandone in Italia. Ogni singolo strumento è soggetto a cure molto attente al fine di ottenere il massimo, rispetto a sonorità e intonazione. Il materiale utilizzato è composto da terra rossa essiccata e cotta in forno elettrico a 1000°. Dopo la cottura, l’intonazione è rettificata a 440 Hz. http://www.clacol.it/


Patrizia Piodella – Italia


Nata a verbania nel 1957, diplomata presso l’istituto Liceo Artistico Statale di Varese. Esercita l’attività di ceramista dal 1979 con bottega artigiana nel proprio laboratorio dapprima a Luino (VA) poi a Verbania Cavandone, produce ceramica Artistica. Organizza e tiene corsi per bambini, ragazzi e adulti presso scuole, enti pubblici e privati. Ha partecipato a mostre personali e collettive. È stata selezionata e ammessa al 1° concorso internazionale della ceramica “Nove, terra di ceramica” nel 1998.  stata selezionata da parte del museo internazionale delle ceramiche in Faenza per l’esposizione nella mostra dal titolo: “La forma tra continuità e innovazione”, nell’ambito delle iniziative del 53° Concorso internazionale della Ceramica anno 2003 – Riconoscimento di Eccellenza Artigiana Torino 2003.


Giorgio Pacchioni – Italia


Emiliano di nascita, amante delle tradizioni culturali della sua terra e musicista di estrazione classica, suona l’Ocarina dagli anni ’60, apprendendone l’uso principalmente come autodidatta. All’inizio degli anni ’80 incomincia a costruire le prime Ocarine interamente a mano, tecnica che mantiene a tuttora, analizzando e studiando gli antichi strumenti di lavoro dei primi geniali costruttori di Ocarine di Budrio e seguendo i preziosi consigli del costruttore di Ocarine A. Mignani di Budrio. Allo stesso tempo fonda il gruppo cameristico “I boun e i Strapazzoun”, dedito alle esecuzioni di musiche popolari emiliano/romagnole e delle sue composizioni in stile ballabile. Successivamente fonda l’ “Ensemble 900″ col quale esegue con successo di pubblico e di critica il repertorio classico delle Ocarine storiche di Budrio. Riveste naturalmente, in un’unica persona, le diverse figure storiche legate alla cultura ocarinistica italiana:
1) Costruttore e progettista di nuovi modelli di ocarina come le ocarine d’armonia di carattere vario, quali: Ocarina cornetta, Ocarina Zampogna, Ocarina a terze gemelle, Ocarina multicamera-P (doppia, tripla e quadrupla); 2) Esecutore concertista e concertatore di gruppi ocarinistici;
3) Compositore ed arrangiatore di moltissime composizioni per ocarine varie, sia di carattere didattico che classico e sperimentale.
http://www.giorgiopacchioni.com/ocarina/


Giuliana Basso – Italia


La stessa realtà ci circonda e una realtà personale ci divide; come la raffigurazione di un fiume: le sponde, sono le due realtà separate e il suo scorrere è la stessa realtà. Per incontrare la relazione opposta del sé, si devono creare delle esperienze in comune, fatte nello stesso presente, solo così l’essere diventa parte della stessa storia. Ricerche sperimentali di suoni e ” voci” nascoste, nella materia, fanno parte di un racconto, che nasce dalle nostre mani, dal riciclo di metalli usati nel mondo del lavoro dell’uomo, dal suo quotidiano, per progredire nella propria crescita. Dalla creta, che prende forma, con i propri vuoti, le sue insenature, vibra con un tocco di mano, si esalta con un soffio d’aria. Creazioni armoniche, danno vita ad una magia unica.


Oberon Ocarinas – USA


Le Ocarine Oberon sono prodotte da un team artistico formato dal costruttore Ross Dubois e dalla scultrice Erica Di Ponzio. La loro produzione si incentra principalmente sulle Ocarine a 12 fori (riconoscibili dal marchio Saggar) e sulle ocarine a ciondolo in stile inglese.
www.facebook.com/oberonocarinas


Laura Chiavegato – Italia


Da Pesci Parlanti a Risvegli l’evoluzione artistica di Chiara: Diplomata all’Accademia di Belle Arti di Verona nel 2017, da circa cinque anni realizza fischietti e piccole ocarine di ceramica. La passione per il connubio terra-suono l’ha condotta alla sperimentazione di nuove forme e tecniche di produzione sonora. Ogni oggetto è un pezzo unico nel suo genere, decorato ad engobbio, smalto o “affumicato” con la cottura raku.


Fabio Menaglio – Italia


Nato nel 1967, si è diplomato all’istituto professionale per l’industria e l’artigianato, le sue prime esperienze di lavoro sono di disegnatore meccanico e di programmatore. Ha studiato per vari anni chitarra classica e solfeggio presso un maestro del Consevatorio di Bologna ed ora si diletta nel pianoforte ed organo, oltre che naturalmente nell’ocarina. Un tipo di poche parole, dedito alla continua ricerca di perfezione, ventinove anni che la barba monacale e l’aspetto ascetico fanno sembrare di più, porta sulle spalle la responsabilità non indifferente di proseguire con dignità il ministero artigianale, la tradizione e il patrimonio storico dello strumento. Ma lui non sembra affatto preoccupato, anzi, avendo le idee straordinariamente chiare anche nel campo imprenditoriale, ha deciso di far compiere all’ocarina un salto di qualità togliendole anche l’ultima parvenza di “giocattolo musicale” oppure di “strumento per le feste, le fiere, i balli in piazza”, raffinandolo cioè a tal punto da essere un reale strumento da concerto. http://www.ocarina.it/


Hans Rotter – Austria


Hans Rotter è uno dei maggiori costruttori di ocarine e fischietti d’Europa. Nel suo paese, vicino al confine con la Repubblica Ceca, sta costruendo un museo della Ocarina che è anche laboratorio e spazio attrezzato per workshop. Ecco la sua storia:” viaggiando in Asia, ho scoperto i flauti in ceramica. Nel 1987 ho prodotto la mia prima ocarina, in India. Poi mi sono trasferito in Inghilterra, dove ho potuto cominciare a costruire ocarine su larga scala. Nel 1989 mi sono trasferito in Austria, a Oberkappel. La produzione col tempo si è sempre più ingrandita, passando dalle ocarine a forma di animale a quelle tradizionali a 10 buchi. Il piacere di lavorare coi miei collaboratori ha reso possibile in questi anni la crescita costante dell’azienda, presente ora in tutta Europa”. www.ocarinashop.com


Empty Instruments – Italia


Empty Instruments nasce dalla collaborazione di due artisti della provincia di Torino, Giuseppe e Vittoria, e dalla voglia di far conoscere uno strumento tanto affascinante quanto poco conosciuto: la Huaca, un flauto globulare polifonico. La nostra avventura è iniziata nel 2015 da allora abbiamo partecipato a numerosi festival internazionali nei quali abbiamo avuto modo di conoscere molti artisti che con i loro consigli hanno contribuito alla realizzazione di uno strumento adatto a diversi generi musicali. Grazie alla Huaca, che ci ha fatto avvicinare e appassionare al mondo della ceramica, abbiamo in seguito cominciato a realizzare anche altri strumenti. In Italia siamo stati i primi a realizzare e vendere Huaca, uno dei nostri strumenti è esposto al “Museo dell’ocarina di Grillara nel Polesine (Ro)”. I nostri strumenti sono interamente realizzati a mano, utilizziamo terraglia bianca o terra rossa e decoriamo in prima cottura con ossidi e Terre Sigillate, un’antica tecnica utilizzata per impermeabilizzare la ceramica.
https://www.emptyinstruments.it/


Giuseppe De Lazzer – Italia


Laboratorio di manipolazione dell’argilla per la costruzione dei fischietti della tradizione veneta (i cuchi). Il laboratorio ha lo scopo di perpetuare la tradizione veneta e feltrina del fischietto in terracotta. Autodidatta, da 30 anni dipingo la ceramica e modello l’argilla. Partecipo a Concorsi Nazionali d’Arte sonora a Matera – Rutigliano – Pertusio.


Famiglia Shchipanov – Russia


Mantenendo la tradizione degli strumenti popolari russi, il laboratorio della famiglia Shchipanov da più di due decenni è impegnata nella produzione ocarine e fischietti. Il fondatore della dinastia di artisti, Shchipanov Vladimir G., ha iniziato la ceramica nel 1987 . Oggi il padre continua con i figli Basilio e Vladimir. In catalogo solo opere originali di ceramica nera e lucida. Vasi, piatti, portacandele, fischietti, ocarine, elementi di arredo e tante altre opere dei maestri sono molto richiesti e sono molto richiesti non solo nel nostro paese ma anche all’estero. Prodotti della famiglia Schipanova realizzati dalla vecchia tecnologia a legna privo di ossigeno si trovano in collezioni private in Spagna, Germania, Repubblica Ceca, Finlandia e altri paesi. http://shkeramika.ru/kontakty


Kurt Posch – Austria


L’ocarina è uno strumento affascinante e stimolante. Autodidatta, sto costruendo il concerto classico – Ocarina. Fin dall’inizio, il mio obiettivo è costruire ocarine che abbiano un suono eccellente, un mood perfetto e un’intonazione equilibrata. Costruisco il modello Budrio, Model Plus con il tono principale in Si naturale e ocarine in ogni chiave. Gli ordini per modelli speciali danno al mio lavoro sempre nuovi incentivi. Sono felice di condividere le mie conoscenze con tutti gli appassionati.
www.ocarina.at


Giorgio Cataldi – Italia


Dal 2010 produco ocarine trasversali di qualsiasi forma e intonazione. Negli ultimi anni ho utilizzato quasi esclusivamente argilla bianca per motivi legati alla sua leggerezza e al restringimento post-essiccazione. Se possibile soddisfo particolari esigenze di intonazione, diteggiatura, insufflazione e volume del suono.


Giancarlo Caron e Maristella Tescari – Italia


Da un po’ di anni ci dedichiamo alla costruzione e al decoro di fischietti in ceramica (cuchi).


Olivier Gosselink – Francia


Olivier ha cominciato a costruire ocarine nel 1986. Sua madre faceva la ceramista, per cui sin da bambino ha avuto dimestichezza con forni, argille e smalti. È diplomato in flauto traverso al Conservatorio di Tolosa. Anziché dedicarsi all’insegnamento della musica, ha preferito trasferirsi in Spagna e diventare un costruttore di ocarine. Attualmente vive in un paese a 50 km a nord di Lione e continua a fare ocarine e concerti. Cyrylle Mercadier, solista di ocarina apprezzato anche a Budrio (Festival 2004, 2009 e 2011), suona una sua ocarina. http://www.musiquedeterre.fr/main.php?p=1


Robert Hickman – UK


Il mio nome è Rober Hickman. Ho scoperto l’ocarina nel 2008 e da subito mi è piaciuto il suo suono etereo. L’ocarina è uno strumento completo e raggiunge tutte le tonalità. Ho iniziato a produrla nel 2011, il mio stile si è evoluto insieme alle mie abilità da musicista. Diventando insieme musicista e costruttore ho acquisito la conoscenza per creare una buona ocarina. Quando le mie abilità da musicista si sono sviluppate ho notato dei punti nei quali lo strumento mi limitava, e li ho modificai per migliorarlo. Questo lavoro continua fino ad oggi, per questo motivo i miei prodotti sono in continua evoluzione. Per me “puro” significa svariate cose. Nel senso
letterale l’ocarina ha un suono puro/etereo. Puro significa anche semplice, un pezzo cavo di ceramica con dei fori. Nonostante questo, in mani capaci, può produrre della meravigliosa musica. https://pureocarinas.com/


Inocêncio Tiago Casquinha – Portogallo

Nato nel 1951 ad Alverca do Ribatejo, una piccola città a 20 chilometri da Lisbona. Circa trenta anni fa, si interessa alla costruzione di ocarine, dopo aver visto una mostra con questi strumenti appartenuta a un gruppo di ocarinisti del 1888 a Vila Franca de Xira, una città vicina. Costruisce strumenti musicali popolari di argilla, legno, corno, canna (Arundo donax). Realizza anche strumenti con materiali e oggetti riutilizzati, con cui tiene presentazioni e dimostrazioni in musei, scuole, biblioteche e festival di musica popolare. Casquinha


Davide Mattiazzi – Italia


“Perdintorni” è un progetto creato grazie al desiderio di studiare, interiorizzare, condividere la musica nelle sue svariate forme. Pensato nel 1998 si è sviluppato in laboratori, mostre, concerti, eventi, creando momenti d’incontro, di confronto che si sono protratti fino ad oggi. Mostra itinerante di strumenti musicali provenienti da vari parti del mondo: esposizione di una vastissima gamma di strumenti provenienti da varie tradizioni, luoghi e culture dei 5 continenti.


Renato Dalla Costa – Italia


Diplomato all’Istituto D’arte di Venezia e specializzato al Corso Magistero d’arte Sezione Ceramica. Si avvicina al mondo degli strumenti in terracotta da anni per motivi didattici, affascinato nella realizzazione di fischietti, cuki, ocarine. Durante le sue peregrinazioni nello studio dei questi strumenti, la curiosità lo spinge alla ideazione e creazione di uno strumento musicale a fiato, interamente fatto a mano in terracotta che lui battezzerà “figulino” dal nome latino figulus colui che modella opere in terracotta. Il “figulino” pur appartenendo alla famiglia dei flauti e delle ocarine produce delle sonorità ed un timbrica che ne fanno uno strumento originale e unico. Durante il suo percorso di ricerca trova incoraggiamento e sostegno alle sue idee dall’esperienza e altissima professionalità di due grandi musicisti: Emiliano Bernagozzi e Franco Massaglia.


Luca Fiorio – Italia


La passione per la natura e l’interesse verso il mondo degli uccelli mi portano alla realizzazione di queste piccole ceramiche fischianti. La ricerca nella riproduzione più fedele possibile delle tinte dei piumaggi, accompagnati dall’inconfondibile melodia del fischietto ad acqua portano all’ammirazione di grandi e piccini. Terra, acqua e fuoco… poi un soffio e la magia: il fischietto, forse il primo giocattolo sonoro dell’antichità.


Davide Vivaldi – Italia


Scultore polimaterico che da qualche anno si cimenta nella costruzione di fischietti, ocarine e piccoli strumenti in terracotta.


Genitori della Scuola Comunale di Ocarina – Italia


Da quattro anni ormai il gruppo dei genitori della Scuola Comunale di Budrio si trova settimanalmente per produrre gli oggetti, tutti fatti a mano, da vendere durante il festival e durante i concerti degli allievi nelle varie occasioni. Il ricavato va tutto a favore della scuola per realizzare le attività collegate agli scambi e alla produzione-promozione
dell’ocarina e dei gruppi che suonano lo strumento budriese nel mondo.


Zhu Fong – Taiwan


Humberto Cordova e Yolanda Maigua – Ecuador


Jade Everett – USA