Franco Ferri

Addio al signore delle ocarine


Franco Ferri ci ha lasciato e la notizia della sua scomparsa ci lascia sgomenti.

Ricordiamo Franco Ferri come un cittadino generoso che ha messo a disposizione degli altri e della comunità la sua passione e la sua professionalità.

Tecnico ortopedico e protesico di grande umanità e capacità, in tanti anni di attività le sue qualità sono state riconosciute a livello nazionale, da tutti e in tutti i contesti, e gli sono valse la nomina di Cavaliere del lavoro da parte del Presidente della Repubblica. L’impegno da lui profuso negli ultimi anni nel progetto “Bimbingamba” è uno degli esempi più importanti della sua generosità, verso i bambini più sfortunati di ogni parte del mondo.

Nel 1978 è tra i fondatori della scuola comunale di ocarina e da lì in poi è tra i principali promotori del Circolo ocarinistico budriese. Anche su questo fronte, in tutti questi anni, le sue capacità organizzative e il suo appassionato impegno hanno prodotto importanti risultati nel far rivivere a pieno una tradizione e un’identità del nostro territorio che andavano rilanciate e sostenute.

Personalmente e a nome dell’amministrazione comunale esprimiamo le nostre più sentite condoglianze alla sua famiglia e rivolgiamo idealmente un abbraccio a tutti i suoi colleghi e collaboratori, ai suoi amici e alle diverse generazioni di giovani ocarinisti che lo hanno conosciuto.

Carlo Castelli, Sindaco di Budrio
Giulio Pierini, Assessore alla cultura


Come assessore alla cultura e come ocarinista ricorderò sempre Franco Ferri con riconoscenza per ciò che ha rappresentato e per ciò che ha fatto per Budrio, per l’ocarina e per tanti di noi che fin da piccoli si sono affezionati alla musica e a questo strumento. Senza il Circolo ocarinistico e senza la Scuola di ocarina, oggi non esisterebbero gruppi in attività e, forse, questa tradizione del nostro paese sarebbe sostanzialmente dispersa.

Giulio Pierini

Franco Ferri