Museo dell’Ocarina e degli strumenti musicali in terracotta Franco Ferri

La storia del piccolo flauto in terracotta, che ha reso noto nel mondo il nome di Budrio, è raccontata in questo piccolo museo, unico al mondo, centinaia i pezzi esposti – strumenti musicali e di lavoro, fotografie, dischi, spartiti, documenti – che testimoniano la creatività locale, ma anche esperienze diverse fiorite in Italia e all’estero, in particolare in Giappone, Gran Bretagna, Stati Uniti e America Latina. Notevoli alcuni esemplari delle prime ocarine, risalenti a metà Ottocento, realizzate manualmente e senza l’uso di stampi dall’inventore Giuseppe Donati; quelle di inizio Novecento realizzate da Cesare Vicinelli, considerato lo Stradivari dell’ocarina; gli strumenti decorati con fregi liberty e dotati di uno stantuffo metallico prodotti dal budriese-londinese Alberto Mezzetti, fabbricante di ocarine dal 1870 al 1912. In mostra anche significativi esempi della produzione di Emilio Cesari, Guido Chiesa e Arrigo Mignani, nonché la serie completa di nove ocarine prodotte oggi da Fabio Menaglio. Interessante è il materiale sulla storia dei gruppi ocarinistici locali, che dal 1865 hanno contribuito a diffondere la conoscenza dello strumento in tutto il mondo con i loro repertori e i concerti. Il 24 settembre 2011, il museo è stato intitolato a Franco Ferri, fondatore con altri budriesi della Scuola Comunale di Ocarina e a lungo promotore, sostenitore e collezionista di strumenti e documenti appartenenti alla storia dell’ocarina budriese.
Il Museo si trova in via Garibaldi 35, è visitabile dal 1 ottobre al 10 giugno, tutte le domeniche dalle 15:30 alle 18:30, la terza domenica del mese dalle 10:30 alle 12:30 e dalle 15:30 alle 18:30. Info: 051 69 28 306 – 051 69 28 279
Entrata libera – Visite didattiche e guidate su prenotazione

Museum of Ocarina and of the music instruments of terracotta Franco Ferri
The story of the small flute of terracotta, that has made word wide know the name of Budrio, is been told in this small museum, unique in the world, with hundreds of pieces on display- musical and work instruments, photographs, records, documents- which testify the local creativity, but also the different experiences flourishing in Italy and abroad, particularly in Japan, Great Britain, the United States and Latin America. Noteworthy are some examples of the first ocarinas, dating back to the mid-nineteenth century, made manually and without the use of molds of the inventor Giuseppe Donati; those of the early twentieth century made by Cesare Vicinelli, considered the Stradivarius of ocarina; the instruments decorated with liberty friezes and equipped with a metallic plunger produced by the budriese-Londoner Alberto Mezzetti, creator of ocarinas from 1870 to 1912. Also on show are significant examples of the production of Emilio Cesari, Guido Chiesa and Arrigo Mignani, as well as the complete series of nine ocarinas produced today by Fabio Menaglio. Interesting is the material on the history of local ocarinistic groups, which since 1865 have contributed to spreading the knowledge of the instrument throughout the world with their repertoires and concerts. On September 24th 2011, the museum was named after Franco Ferri, founder of the Ocarina Municipal School with other budriese and a long-time promoter, supporter and collector of instruments and documents belonging to the history of the Budriese ocarina.
The Museum is located in Via Garibaldi 35, it can be visited from the 1st of October to the 10th of June, every Sunday from 15:30 to 18:30, the third Sunday of the month from 10:30 to 12:30 and from 15:30 to 18:30. Info: 051 69 28 306 – 051 69 28 279
Free entrance – Educational visits and guided tours by appointment



Un Sistema Armonico

Il Museo dell’Ocarina di Budrio rientra nel nuovo progetto online Un Sistema Armonico che l’Istituto Beni Culturali della Regione Emilia-Romagna ha dedicato al patrimonio musicale della nostra regione. Un itinerario multimediale che riunisce per la prima volta più di quaranta tra musei, collezioni e istituzioni dedicati alla musica.